Contenuto principale

Organizzazione didattica

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

 

ORSETTO SCOLARO

 

 

ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA:

“LA VITA QUOTIDIANA”

“Le routine sono la struttura portante della giornata: sono come le stagioni, ritornano sempre, ma non sono mai uguali a se stesse. Il ritorno regolare delle routine è rassicurante come un rito. Per i bambini, che non sanno ancora leggere, fungono da “orologio vivente”, permettono di orientarsi nel tempo e hanno una forte valenza affettiva e relazionale.

NELLA ROUTINE CI SONO TANTI SAPERI NASCOSTI.” (Penny Ritscher – Slow school) 

 Molte e di particolare importanza sono le attività ricorrenti di vita quotidiana, dove gli aspetti di socialità, autonomia e acquisizione delle regole trovano ampia possibilità di realizzazione e di sviluppo. Lo scandirsi della giornata ed il succedersi di questi momenti non devono essere lasciati al caso. E’ molto importante la modalità con cui si accompagnano i momenti di routine, quali l’ingresso, l’accoglienza, il pranzo, il riposo, l’uscita, che possono presentarsi ripetitivi ma forniscono un necessario supporto alla conoscenza di sé, alla costruzione dell’identità e alla comprensione della realtà circostante.

 

LA NOSTRA GIORNATA INIZIA…

con l’ACCOGLIENZA dalle ore 8:00 alle ore 9:00. I bambini e i genitori vengono accolti con un sorriso, un gesto d’affetto, una parola giusta: tutto contribuisce ad iniziare bene la giornata! Dopo il riordino dei giochi, che avviene circa alle ore 9:15, è il “momento della colazione”. Ci si riunisce sul tappeto, si fa l’appello, si canta una canzone, legge un libro e si dice la “filastrocca della settimana”. L’attività giornaliera inizia intorno alla ore 10:30, all’interno della sezione, a volte tutti insieme al fine di stabilire nel gruppo un clima favorevole fatto di relazioni positive tra bambini; a volte in modo più individualizzato, a piccolo gruppo, per creare un rapporto più stretto e di maggiore fiducia tra bambino e insegnante, mentre gli altri si organizzano in giochi tranquilli. Nei periodi stabiliti si svolgono le attività programmate dei gruppi omogenei, con la compresenza delle insegnanti delle due sezioni, così da far incontrare tutti i bambini e dar loro più opportunità di confronto e stimoli. Verso le ore 11.30 terminano le attività: tutti insieme andiamo in bagno, spazio educativo in cui i più piccoli conquistano l’autonomia individuale… laviamo le mani e… finalmente si mangia

 Il pranzo, deve essere anche un’occasione importante di convivialità: riti da ripetere quotidianamente, tempi adeguati alle esperienze, possibilità di assaggiare, conversare, sono segnali di rispetto nei confronti dei bambini e opportunità per educare all’autonomia e all’acquisizione di buone pratiche igieniche.

Finito il pranzo è il momento del gioco libero in sezione, in salone o, tempo permettendo, in giardino.

Alle ore 13:00-13:15 alcuni bambini ci salutano e tornano a casa.

Per i più piccoli è previsto il momento del riposo: la musica dolce e rilassante di sottofondo, la lettura di un racconto, una coccola li accompagna nel sonno… I più grandi svolgono le attività di laboratorio con le insegnanti.

Intorno alle ore 15:30 i bambini vengono alzati e tutti insieme si aspetta, cantando o guardando un libro, l’arrivo di genitori e nonni. L’uscita è un altro momento importante per scambiare brevi informazioni o raccontare i momenti più significativi della giornata.

 

ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA

Il personale che opera nella nostra scuola dell’infanzia è composto da 4 docenti e  1 insegnante di religione. Inoltre sono presenti nel plesso due operatori scolastici.

 

ORGANIZZAZIONE DELLA SETTIMANA

A partire dal mese di settembre fino a dicembre le attività didattiche verranno prevalentemente sviluppate nel gruppo eterogeneo della sezione. Dal mese di gennaio fino al termine dell’anno scolastico, dalle ore 10:30 alle ore 11:30, inizieranno le attività dei gruppi omogenei: il gruppo dei “piccoli definiti PULCINI” formato dai bambini di 3 anni, il gruppo dei “medi definiti CONIGLIETTI” formato dai bambini di 4 anni e il gruppo degli “grandi definiti ELEFANTI” formato dai bambini di 5 anni. 

Il giovedì mattina l’insegnante di religione, Anna, svolge la sua attività, un’ora e trenta minuti per ogni sezione.